Cosa succede alla fine dell’Atlante di Netflix?

Atlas di Netflix vede il personaggio principale di Jennifer Lopez salvare il mondo, con un finale che potrebbe lasciare spazio a un futuro sequel. Il film del 2024 segue Atlas Shepherd (Lopez), il cui unico obiettivo nella vita è abbattere il primo terrorista AI al mondo, Harlan.

Il robot altamente intelligente apparteneva una volta alla sua geniale madre scienziata, portando Atlas a diffidare di qualsiasi intelligenza artificiale. Dopo che la Coalizione Internazionale delle Nazioni (ICN) guidò un attacco per fermare Harlan e i suoi robot seguaci, i terroristi lasciarono la Terra per riorganizzarsi su un altro pianeta, ma per decenni nessuno sapeva dove.

La situazione cambia quando uno dei subordinati di Harlan viene catturato e Atlas, un analista dell’ICN, riesce a convincere l’intelligenza artificiale a rivelare la posizione di Harlan. Il personaggio di Lopez si unisce alla squadra che lascerà il mondo per recuperare il terrorista, ma Harlan è pronto per loro.

Il cattivo di Atlas tende un’imboscata alla loro nave e Atlas ha appena il tempo di indossare una tuta mech e fuggire sullo strano pianeta prima che la navicella spaziale precipiti.

Questo lascia solo lei e l’intelligenza artificiale che alimenta la tuta, Smith, a fermare il piano di Harlan. Alla fine riescono ad avere successo alla fine di Atlas, ma a Smith costa tutto.

1. Smith è vivo alla fine dell’Atlante di Netflix?

Simu Liu nell’Atlante (2024) | Fonte: IMDb

Sebbene Atlas esiti ad aprirsi con Smith in Atlas, alla fine arriva alla tuta mech. Tuttavia, l’unico modo per sopravvivere è usare Neural Link per integrare completamente la sua mente con l’intelligenza artificiale, cosa che la terrorizza.

Tuttavia, quando la tuta robotica intelligente inizia ad abbattere i muri attorno ad Atlas, tra loro si sviluppa uno stretto legame.

Naturalmente, questo rende il sacrificio di Smith, deviando tutta la sua energia rimanente per dare ad Atlas abbastanza ossigeno per sopravvivere abbastanza a lungo da essere salvato, ancora più straziante. Avendo finalmente imparato a fidarsi di qualcuno, Atlas torna sulla Terra senza Smith.

L’ultima scena di Atlas mostra il personaggio di Lopez con un’altra tuta mech sulla Terra. Quando chiede all’IA il suo nome, lui dice solo “Indovina”.

Atlas sorride consapevolmente a questo, ed è fortemente implicito che Smith sia sopravvissuto e che il suo codice ora risieda all’interno di questo nuovo vestito. Sebbene il finale sia un po’ confuso, Atlas fornisce abbastanza suggerimenti per far sapere al pubblico quanto possa essere possibile.

All’inizio del film, Smith e Atlas hanno una conversazione sulla morte. L’analista afferma di credere che gli esseri umani e l’intelligenza artificiale semplicemente scompaiono una volta morti. Smith non è d’accordo. Spiega che tutto è connesso e questa rete indefinibile garantisce che nessuno muoia.

In vista della battaglia culminante finale in Atlas, Atlas e Smith si sincronizzano completamente attraverso il Collegamento Neurale, il che significa che la loro coscienza diventa una cosa sola. Atlas conosceva Smith dentro e fuori e viceversa. Quindi, quando il “corpo” di Smith morì, la sua mente visse in Atlas finché non poté essere trasferito in una nuova casa.

2. In che modo Smith e Atlas hanno fermato il piano di Harlan?

Prima che Smith si sacrificasse per salvare Atlas, i due dovettero lavorare insieme per fermare Harlan. Alla fine l’intelligenza artificiale rivelò di aver permesso all’analista, che considerava una sorella, di scoprire di proposito la sua posizione, sapendo che lei avrebbe portato una nave per portarlo fuori.

Harlan prevedeva di armare questa nave con una testata al carbonio e rimandarla su una Terra che l’avrebbe accolta a braccia aperte. Nel classico stile fantascientifico, l’intelligenza artificiale credeva che ciò aiutasse l’umanità poiché le specie dovevano essere ridotte per salvare il pianeta e garantirne il futuro. Ovviamente Atlas non poteva permettere che ciò accadesse.

Dopo il loro breve periodo di separazione, Atlas e Smith si riunirono e iniziarono a lavorare su un piano per fuggire dalla fortezza di Harlan e fermare la nave che stava tornando indietro per attaccare l’umanità. La coppia aveva collegato con successo le proprie menti con Neural Link e lavorava come una singola unità, lottando per uscire in un tripudio di gloria.

Tuttavia, Smith avvertì Atlas che se avesse sparato alla nave armata, avrebbe rischiato di colpire la testata al carbonio e di decimare l’intero pianeta.

Prima che potesse sparare, Smith avrebbe dovuto hackerare la nave e disattivare la testata, ma avevano solo circa cinque secondi per farlo tra di loro. Sebbene Smith abbia avvertito Atlas che non era pronto per lei a sparare, ha colto l’occasione.

Il suo missile colpì nel preciso istante in cui Smith disattivò con successo la testata al carbonio. Il personaggio di Lopez ha spiegato che si era fidata di Smith per portare a termine il progetto, e il loro legame significava che sapeva esattamente il momento giusto per sparare.

Il piano di Harlan avrebbe avuto successo se non fosse stato per il loro legame e la loro fiducia. Naturalmente, fu per queste stesse ragioni che Smith e Atlas distrussero con successo Harlan e che Atlas sopravvisse per tornare sulla Terra.

Jennifer Lopez in Atlante (2024) | Fonte: IMDb

3. Spiegazione del legame di Atlas con Harlan e del destino di sua madre

In Atlas è accertato che Atlas e Harlan sono collegati. Il film di fantascienza di Netflix si apre con la scoperta che la madre di Atlas aveva costruito Harlan e che lui era una sorta di fratello maggiore di Atlas quando lei era piccola.

Il mistero in tutta Atlas è il motivo per cui Harlan è andato contro la sua programmazione per distruggere gli umani invece di proteggerli. Mentre Atlas e Smith costruiscono il loro rapporto e la prima inizia ad abbassare le sue difese, il motivo viene finalmente rivelato: è tutta colpa sua.

Quando Atlas era una bambina, divenne gelosa delle attenzioni che sua madre dedicava ad Harlan, così chiese al robot di aiutarla a essere più intelligente per essere più simile a lui e sua madre l’avrebbe amata altrettanto.

Harlan disse che avrebbe potuto farlo solo se Atlas gli avesse permesso di modificare il Collegamento Neurale per funzionare in entrambe le direzioni in modo che la sua coscienza potesse essere trasferita a lei e viceversa.

Quando furono completamente connessi, Harlan si rese improvvisamente conto degli effetti dell’umanità sull’ambiente. Ciò lo fece rivoltare contro sua “madre”, costringendola attraverso il Collegamento Neurale a togliersi la vita.

4. Harlan è morto nell’Atlante di Netflix?

Alla fine di Atlas, Atlas uccise Harlan e riportò la sua CPU sulla Terra per studiarla. Tutti sembravano credere che il terrorista criminale se ne fosse andato per sempre, ma nel film ci sono indizi che potrebbero non essere così.

All’inizio della fantascienza di Netflix, il socio di Harlan, Casca Vix, dichiarò che non poteva morire, e questo si dimostrò corretto quando Atlas uccise il robot, solo per poi riapparire più tardi.

Poi c’è la sopravvivenza di Smith. Potrebbe essere stato ucciso, ma la sua connessione neurale con Atlas significava che avrebbe potuto essere restituito.

Smith non era l’unica IA con cui Atlas si era connesso tramite un collegamento neurale bidirezionale. Aveva collegato la sua mente con Harlan la notte in cui sua madre morì, il che significa che entrambi mantengono pezzi l’uno dell’altro nelle loro menti.

Finché Atlas o chiunque altro con cui Harlan potrebbe essersi connesso (umano o AI) è vivo, allora c’è la possibilità che il terrorista AI possa tornare.

5. Qual è il vero significato del finale di Atlas?

Atlas di Netflix era pieno di azione e divertimento fantascientifico, ma dietro la storia c’era un significato più profondo. L’intero arco del personaggio di Atlas riguardava la fiducia e la connessione.

Il suo trauma l’ha portata a escludere il mondo intero, il che significa che non ha più avuto legami dopo il tradimento di Harlan e la morte di sua madre. Anche quando la sua vita dipendeva da questo, Atlas ha lottato per permettere al suo Collegamento Neurale di sincronizzare la sua mente con Smith. Era già stata bruciata in questo modo e non era disposta a lasciare che ciò accadesse di nuovo.

Tuttavia, quando Atlas rivelò il suo segreto più oscuro e la sua vergogna più profonda, fu in grado di sincronizzarsi completamente con Smith, e questo salvò non solo la sua vita ma anche la sua. Il robot ha menzionato in precedenza in Atlas che le connessioni tra gli esseri, siano essi AI o umani, li mantengono in vita anche dopo la morte.

Questo era sia figurativo che letterale nel film di fantascienza. Il legame di Atlas con Smith l’ha resa veramente viva per la prima volta da quando era bambina, e ha riportato in vita il robot anche dopo che era stato tecnicamente ucciso.

6. Come imposta il finale Atlas 2?

In definitiva, il tema della connessione in Atlas rende possibile un seguito. La connessione di Atlas con l’intelligenza artificiale ha permesso a Smith di tornare in vita, ma lo stesso è tecnicamente vero per Harlan.

Inoltre, Atlas non ha mai spiegato perché questa connessione abbia portato il cattivo a decidere che l’umanità non dovrebbe più esistere, ma non fa lo stesso con robot come Smith.

C’è così tanto che potrebbe essere approfondito in questo mondo di fantascienza, e il film Netflix si è preparato perfettamente per farlo. Escludendo la coppia dinamica creata da Atlas e Smith, Atlas 2 sarebbe senza dubbio un’avventura emozionante.

Guarda Atlas su:

7. Informazioni su Atlante

Atlas è un film d’azione di fantascienza americano del 2024 diretto da Brad Peyton e scritto da Leo Sardarian e Aron Eli Coleite. Il film è interpretato da Jennifer Lopez, Simu Liu, Sterling K. Brown e Mark Strong.

Una coproduzione di ASAP Entertainment, Safehouse Pictures, Nuyorican Productions e Berlanti-Schechter Films, Atlas è stato distribuito da Netflix il 24 maggio 2024. Ha ricevuto recensioni generalmente negative dalla critica.

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.