Il regista di Baldur’s Gate 3 “Telefonate completamente attese” dopo aver presentato la scena dell’orso

Punti salienti

Baldur’s Gate 3 non è noioso, soprattutto con le sue scene volgari come il momento intimo della forma di orso del Druido Elfo Silvano. Larian Studios si è concentrato fin dall’inizio sulla natura sessuale del gioco, sorprendendo anche i loro partner commerciali. Il mantra della squadra “Chiedi perdono, non permesso” ha dato i suoi frutti con il successo di BG3, sebbene sia stata una mossa rischiosa.

Di certo non si può definire Baldur’s Gate 3 un gioco noioso, questo è certo. Disseminato di un sacco di momenti sconvolgenti – non dimentichiamoci di quella scena imbarazzante del troll nella stalla – Larian Studios si è appoggiato alla natura sessuale del gioco nelle prime fasi del processo e per questo la maggior parte dei fan gli è molto grata.

Quando si tratta di quella scena iconica in cui il druido Halsin, l’elfo dei boschi dalla parlantina pacata, mostra la sua vera forma selvaggia e procede fino al nocciolo della storia d’amore come un orso, le cose sarebbero potute andare storte per Larian Studios in quanto quella particolare la parte non era stata vista da nessuno prima della presentazione, compresi i suoi partner commerciali.

Il CEO di Larian Studios incolpa Covid per aver trasformato i regni dimenticati in un “luogo eccitante” Se ti sei mai chiesto perché Baldur’s Gate 3 è diventato così lussurioso, a quanto pare è tutto dovuto al blocco di Covid.

Chiedi perdono, non permesso

In un’intervista con Game Pressure, gli sviluppatori di Larian Studios, così come il suo CEO, Swen Vincke, hanno discusso della scena volgare di Halsin e, per coloro che hanno bisogno di un breve promemoria, è la scena in cui puoi fare sesso con il massiccio druido… mentre è nella sua forma di orso. Il team si è anche avvalso di un coordinatore dell’intimità per aiutare a coreografare le scene intime per mantenere un senso di comfort e sicurezza tra gli attori durante questi momenti del gioco.

Discutendo della scena con Vincke e il direttore della sceneggiatura di BG3 Adam Smith, Vincke afferma che “non succede nulla in quella scena” e che è stato lasciato all’immaginazione del giocatore interpretare il resto, anche se non ci sono dubbi su cosa avrebbe dovuto essere. accadere perché avresti dovuto tenere gli occhi chiusi durante tutto questo per non capirlo. Vincke rivela anche che la scena dell’orso era un po’ un jolly, dato che nessuno sapeva che fosse inclusa nel gioco al di fuori della presentazione iniziale al pubblico.

“Devi capire che nessuno dei nostri partner commerciali era effettivamente a conoscenza del fatto che abbiamo messo tutto lì.” ha rivelato Vincke, prima di dire: “In realtà ci aspettavamo pienamente delle telefonate in seguito. Nessuno aveva visto cosa avevamo fatto prima della presentazione. Né gli sviluppatori di console né nemmeno Wizards of the Coast. Nessuno lo sapeva. I nostri designer hanno semplicemente detto che avremmo avuto opzioni romantiche”. .”

Smith aggiunge che il mantra della squadra era “Chiedere perdono, non permesso”, il che sembra aver funzionato bene per loro, ma è certamente una pratica rischiosa. Anche se sono abbastanza sicuro del continuo successo e delle dozzine di premi di Baldur’s Gate 3, Larian Studios potrebbe non aver mai più bisogno di chiedere il permesso.

Successivo Le comunità di Baldur’s Gate 3 e Dragon Age hanno atmosfere molto diverse, ed è a causa della scrittura Un contrasto nel modo in cui vengono scritti i personaggi ha plasmato l’atmosfera comunitaria di questi due giochi.

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.