Il regista di Street Fighter 6 afferma che Ed è “la ragione per cui abbiamo controlli moderni” e un tour mondiale

Punti salienti

La crescita di Street Fighter 6 è stata guidata dal personaggio Ed, fondamentale nello sviluppo dei controlli moderni e della modalità World Tour. Il regista Nakayama attribuisce a Ed il merito di aver ispirato i comandi semplificati in Street Fighter 6, migliorando le meccaniche di gioco. L’importanza di Ed nella serie mostra l’evoluzione dello sviluppo di Street Fighter, dimostrando che i fan si sbagliavano sulla sua rilevanza.

La serie Street Fighter di Capcom ha grattato il soffitto con azione iperbolica e guerrieri vibranti sin dal suo debutto nel 1987. Generando vari spin-off, crossover e un prossimo film live-action – che ha appena ricevuto il suo primo logo – i meccanismi fondamentali che hanno guidato uno dei il franchise di videogiochi con i maggiori incassi verso il successo si è evoluto in modo significativo nell’ultimo capitolo, e c’è un personaggio che ha guidato questa crescita.

Street Fighter 6 ha completato il Character Pass dell’anno 1 questo mese, completando la line-up con il grande demone dei pesi massimi, Akuma. Dal fandom stanno già arrivando ipotesi riguardo al roster dell’anno 2, ma il direttore del gioco vuole mettere sotto i riflettori Ed, il protetto di Balrog, prima di andare avanti, poiché il combattente ha contribuito a portare a compimento alcune caratteristiche chiave.

Street Fighter 6 correlato: 10 migliori abilità nel World Tour, classificate Per le migliori scelte degli alberi di abilità in Street Fighter 6, controlla il nostro elenco delle migliori e come si classificano.

Ed di Street Fighter 6 è stato fondamentale nello sviluppo dei controlli moderni

Game Informer ha intervistato il regista di Street Fighter 6 Takayuki Nakayama e il produttore Shuhei Matsumoto, che hanno sottolineato l’importanza di Psycho-Powered Boxer Ed nello sviluppo del settimo capitolo.

Ed è arrivato dopo i nuovi arrivati ​​di Street Fighter 5, Rashid e AKI, nel roster dei DLC dell’anno 1, e la sua aggiunta è stata messa in dubbio dalla comunità che dubitava della sua rilevanza. Tuttavia, dalla posizione di Nakayama, il regista ha pensato che Ed fosse un “personaggio molto importante nella serie adesso” e ha confermato che c’era lui dietro l’implementazione dei Modern Controls in Street Fighter 6.

“In realtà è stato lui il motivo per cui abbiamo i Modern Controls in Street Fighter 6, perché in Street Fighter 5, quello era il personaggio che abbiamo testato con comandi semplificati per gli speciali, e che alla fine si è evoluto, e abbiamo imparato implementandolo in Street Fighter 5 , e abbiamo preso queste conoscenze per creare i controlli moderni in Street Fighter 6,” ha spiegato Nakayama, facendo riferimento al nuovo tipo di controllo che riduce lo schema dei pulsanti per gli attacchi base.

Ed è anche il motivo per cui Nakayama ha deciso di creare la modalità World Tour, un gioco di ruolo open-world per giocatore singolo in Street Fighter 6 in cui il tuo avatar può allenarsi con i combattenti classici, grazie alla risposta di un fan del pugile sui social media.

“Quando stavamo lavorando su Street Fighter 5 e Ed è uscito, stavo guardando il mio feed sui social media e ho notato qualcuno che diceva di essere un grande fan di Ed e di amare il suo aspetto, adorano il suo modo di giocare. “Mi sento come se potessi davvero giocare a un gioco di combattimento, ed è così divertente!”, ha condiviso Takayama. Alla luce dell’amore di questo fan per Ed, il regista ha sentito la “responsabilità” di dipingere personaggi come lui in una posizione più potente, invece di “vedere Ed prendere corpo da altri giocatori” nell’ambito più ristretto di Street Fighter 5.

Inoltre, Nakayama sapeva che i giocatori avrebbero messo in dubbio alcune aggiunte di personaggi come quella di Ed, magari chiedendosi “Qual è il loro significato?” Qual è il loro legame?”, ma era fiducioso che il World Tour e la modalità Arcade avrebbero reso quelle intenzioni “più evidenti e chiare in qualche modo”. Ciò si ricollegava all’accoglienza più fredda del fandom quando Ed fu annunciato, enfatizzando una mentalità basata sulla fiducia nel processo. , e apprendere l’impatto che Ed ha avuto sullo sviluppo sicuramente inquadra il pugile come una musa ispiratrice dell’evoluzione del franchise.

Dai un’occhiata alla nostra recensione 9,2 su 10 di Street Fighter 6, che elogia il suo sistema di guida e gli stili di combattimento sperimentali, prima di fare un giro con il combattente.

Successivo AKI di Street Fighter 6 Letterally Gave Me A Nightmare L’influenza inquietante di AKI ha raggiunto oltre lo schermo.

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.