Magia della ciliegia! Recensione episodio 10

Con un’animazione notevolmente migliore e una trama continua e forte, Cherry Magic! L’episodio 10 è uno dei capitoli più forti della serie finora. Nonostante tutta la fantasia che intreccia nella narrazione, la serie si impegna a radicarsi nella realtà. Sì, c’è un romanticismo chiaro e innato. Ma funziona perché i personaggi al centro della storia sono davvero credibili. Chi non ha indovinato una relazione a causa delle nostre insicurezze proiettate? E chi non ha provato a scusarsi una volta arrivato all’imbarazzante consapevolezza di avere torto? No, non possiamo capire cosa significhi avere poteri, ma comprendiamo i limiti dei nostri punti di forza e cosa significa ammettere quando abbiamo torto.

Magia della ciliegia! L’episodio 10 ha successo sia per il naturalismo dei suoi personaggi sia perché arricchisce il cast dell’ensemble. Sebbene le storie di Kiyoshi Adachi (Chiaki Kobayashi) e Yuichi Kurosawa (Ryōta Suzuki) siano ancora presenti, questa settimana si concentrerà principalmente sulle storie di Masato Tsuge (Makoto Furukawa) e Minato Wataya (Gen Satō). Anche se non sono così ben sviluppati come la coppia principale, questa settimana ci assicura che proviamo compassione per loro a prescindere.

Tsuge continua a fare del suo meglio per aiutare Minato a realizzare il suo sogno di ballerino. Quando quest’ultimo fallisce un’audizione per la semifinale, Tsuge aiuta a radunarsi. Minato era sul punto di rinunciare al suo sogno nonostante un round di consolazione votato dal pubblico per aiutare un concorrente tagliato a raggiungere la finale. Eppure Tsuge lo spinge nella giusta direzione. Ha dato la sua grande, romantica asta quando corre a Minato per portarlo al giro di consolazione quando lo scooter di quest’ultimo rimane senza benzina.

Minato rimane perplesso dalla gentilezza di Tsuge. Gli chiede persino a bruciapelo perché è così gentile con lui. E anche se Minato non riesce ad esprimere pienamente il fatto che ha sentimenti romantici, l’animazione mostra una certa comprensione sul volto di Minato. Detto questo, non possono basarsi su questa realizzazione silenziosa e possibile. Subito dopo, Minato debutta in un nuovo gruppo idol. È un momento di meritata realizzazione del desiderio. L’episodio dedica del tempo alla vacillante autostima di Minato. Quando guarda i concorrenti intorno a lui, vede quanto sono giovani. Si preoccupa di essere già troppo vecchio per il suo sogno, anche se poco più che ventenne.

Tutto ciò si traduce in un finale per Minato e Tsuge celebrativo per il primo e agrodolce per il secondo. Forse c’è ancora una possibilità per loro. Ma c’è qualcosa di meravigliosamente doloroso nell’immagine di Tsuge che guarda lo schermo su cui è incollato Minato. “Siamo sempre venuti da mondi diversi”, pensa, illuminato dalle luci e dal trambusto della città intorno a lui. Molto spesso, il dramma, in particolare il dramma romantico, ricorre a sviluppi della trama che tengono opportunamente separati i personaggi nonostante non vi sia una vera ragione logica e guidata dai personaggi per farlo. Una delle cose migliori di Cherry Magic! è il suo rifiuto di prendere scorciatoie. La scrittura guadagna il conflitto. Perché questi personaggi hanno strati e tratti della personalità che ostacolano la loro felicità.

È per questo che una scena all’inizio tra Tsuge e Adachi funziona così bene. Tsuge sta attraversando i suoi problemi, ma è ancora un amico e può vedere la lotta di Adachi. Come solo un vero amico può fare, dice ad Adachi che aveva decisamente torto riguardo al suo confronto con Kurosawa. È franco ma compassionevole, dice ad Adachi che è preoccupato per lui. Preoccupato perché, sebbene Adachi sia gentile, ha anche una bassa autostima. Tsuge teme che la combinazione dei due possa avere un impatto sul modo in cui gestisce i suoi poteri. E giustamente definisce l’eccessiva dipendenza di Adachi da loro un mezzo per trasformarsi nella persona che Kurosawa desidera.

Basato sulla serie BL scritta e illustrata da Yuu Toyota, c’è un’incredibile fiducia nel modo in cui questi personaggi crescono. Adachi potrebbe non riuscire ad affrontare Kurosawa nell’episodio 10 per scusarsi, ma lo vediamo ammettere attivamente i suoi difetti. E non è l’unico a soffrire di insicurezza. Anche Kurosawa, che aveva chiaramente ragione, si preoccupa di come ne è uscito. Ai suoi occhi, quell’argomento significava che metteva a nudo tutti i suoi peggiori attributi. Questo fa venire in mente la preoccupazione di Adachi nell’episodio 9. Gran parte della sua preoccupazione per le relazioni a distanza deriva dalla capacità di Kurosawa di fingere la perfezione. Ed ecco Kurosawa, già preoccupato perché, per una volta, le sue emozioni erano disordinate e disinibite.

Magia della ciliegia! L’episodio 10 è superbo. Si basa su ciò che già sappiamo di questi personaggi e stabilisce notevolmente il suo ensemble principale. Con un design dei personaggi forte e sicuro che non vacilla da un fotogramma all’altro, l’animazione è un passo avanti rispetto all’incoerenza della scorsa settimana. Ma ancora più grande è la continuazione dello sviluppo del personaggio e del dramma relazionale che rifiuta di creare ostacoli inutili, permettendo al dramma di svilupparsi in modo naturale.

Magia della ciliegia! L’episodio 10 è ora disponibile su Crunchyroll.

Magia della ciliegia! Episodio 10

9/10

TL;DR

Magia della ciliegia! L’episodio 10 è superbo. Si basa su ciò che già sappiamo di questi personaggi e stabilisce notevolmente il suo ensemble principale. Con un design dei personaggi forte e sicuro che non vacilla da un fotogramma all’altro, l’animazione è un passo avanti rispetto all’incoerenza della scorsa settimana.

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.