Open Roads offre un gradito ritorno a un genere mancato | Anteprima pratica

C’è stato un tempo, non molto tempo fa, in cui le avventure basate sulla narrativa in prima persona come Open Roads erano incredibilmente popolari, ma non ne abbiamo avute molte negli ultimi anni. Sviluppatori come The Chinese Room hanno pubblicato Everybody’s Gone to the Rapture e Dear Esther, Firewatch e What Remains of Edith Finch? ne parlavano tutti e Gone Home fu una rivelazione nei circoli dei videogiochi. Sono diventato un fan del genere perché facevano affidamento sulla forza degli attori e sulla scrittura per portare avanti la storia, e quasi tutti erano così meravigliosi proprio per questo.

Annapurna Interactive e il team di Open Roads hanno preparato qualcosa di speciale con Open Roads. La storia segue madre e figlia Tess e Opal mentre intraprendono un viaggio alla scoperta del passato dopo aver trovato un mucchio di vecchie lettere nella soffitta della loro casa. Ho avuto la fortuna di guardare un’anteprima del gioco curata dal team di sviluppo, che mostrava gli eventi che hanno portato alla scoperta della scatola misteriosa. Anche se per ora gli elementi del gioco sono rimasti un mistero per me, il tono e gli elementi di gioco erano in mostra e mi ha ricordato come ci si sentiva a giocare a Gone Home con un po’ dell’originale Life is Strange inserito. per buona misura.

È tutto piuttosto rilassante, dato che all’inizio giocavi nei panni di Tess che vagava per la sua stanza e trovava un sacco di ninnoli e oggetti diversi con cui interagire. Una cosa che era chiara durante l’intera anteprima era quanto delle storie personali dello sviluppatore si fossero intrecciate con Open Roads, da un’immagine disegnata a mano fatta da uno dei loro figli e un volantino per i Pirati di Penzance che era una delle nonne dello sviluppatore. musical preferiti. È sempre più autentico quando hai la sensazione di quanta cura e attenzione sono state messe in qualcosa, e l’ho capito molto mentre Tess camminava per casa sua.

Sebbene l’esplorazione sia una parte importante di Open Roads, lo è anche il dialogo. Tua madre, Opal, è lì con te e, sebbene non sia presente sullo schermo mentre ti guardi intorno, spesso commenterà le cose che trovi, innescando conversazioni in cui puoi selezionare determinate risposte e opzioni di dialogo. Ciò porta a interazioni toccanti tra voi due, ma anche divertenti, come ad esempio Opal che pensa che lo ska sia un tipo di droga. Opal commenterà anche se Tess continua a lasciare le porte aperte o le luci accese, e come genitore che cerca di conservare quanto più calore ed energia possibile, posso identificarmi molto con questo.

È anche un gioco meraviglioso da guardare, con vari stili artistici fusi insieme così bene. Le impostazioni fotorealistiche mentre controlli ogni stanza della casa, come il bagno e la cucina, sembrano così belle, ma poi ottieni i personaggi animati a mano durante le interazioni che aiutano a renderlo un po’ più personale. Anche la recitazione vocale è superba da quello che ho visto finora, con Tess interpretata da Kaitlyn Dever, che è stata recentemente scelta come Abby nella seconda stagione di The Last of Us, e Keri Russell, la superba attrice di The Americans e The Diplomat. per citarne solo alcuni.

Anche se ho visto solo circa 30 minuti di Open Roads, sembra che presenterà una storia interessante con una scrittura e una recitazione fantastiche che potrebbero riaccendere un genere che non vediamo più così tanto. Le opzioni di dialogo uniche e il modo in cui possono portare a scoprire segreti sulla famiglia di Tess e Opal, il bellissimo stile artistico e i tocchi personali del team di sviluppo evidenziano quanto potrebbe essere bello. Quando senti il ​​nome Annapurna Interactive, c’è sempre un senso di eccitazione e, con questo, sento che non è diverso.

Open Roads verrà lanciato il 22 febbraio per PS5, PS4, Xbox Series X|S e Xbox One (inclusi nel Game Pass), Nintendo Switch e PC.

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.