Recensione dell’episodio 1 di The Elusive Samurai

The Elusive Samurai Episode 1 esplode di energia sin dal momento in cui inizia la première. Basata sul manga scritto e illustrato da Yusei Matsui (Assassination Classroom), la serie usa la sua ambientazione storica per prendere vita con dettagli fiorenti e stili di animazione dinamici. Aiutato da un cambiamento di tono oscuro ma perfettamente modificato, “May 22nd” è una formidabile introduzione a questo personaggio e al mondo e al periodo in cui vive.

Opportunamente, la prima volta che incontriamo Hojo Tokiyuki (Asaki Yuikawa), è in fuga dai suoi addestratori che preferirebbero vederlo allenarsi. Questa coinvolgente sequenza di apertura imposta perfettamente l’energia fanciullesca di Tokiyuki, la sua giovinezza sfrenata e il suo impulso a fuggire e sottrarsi agli impegni il più possibile. Ambientato tra la fine del periodo Kamakura e l’inizio del periodo Muromachi, Tokiyuki è l’erede dello shogunato di Kamakura. Tuttavia, ha visto come suo padre agisca più come un burattinaio burattinaio piuttosto che come un vero leader risoluto e, pertanto, pensa di poter esplorare il suo villaggio e il suo mondo senza sforzo.

Mentre il mondo si dipana e riusciamo a vedere la bellezza del suo villaggio, che è accuratamente resa attraverso le immagini, capiamo perché. Tokiyuki affascina immediatamente come protagonista, in continuo movimento mentre gioca con suo fratello, il più grande ma figlio di una concubina, quindi incapace di essere l’erede, e corre attraverso il villaggio.

Durante il suo viaggio, incontra Suwa Yorisige (Yuichi Nakamura), un prete che dichiara di poter vedere il futuro, dicendo che prevede che Tokiyuki diventerà un eroe tra due anni. La prima metà di The Elusive Samurai Episode 1 è giocosa e vibrante, da ampie pennellate di umorismo alla carica elettrica che si amplifica ogni volta che Tokiyuki si muove. Come il suo protagonista, ronza con energia a malapena contenuta.

Ma tutto cambia a metà in un taglio agghiacciante, che indica la caduta dell’innocenza giovanile. Una palla cade dal cielo, solo per rivelarsi la testa decapitata di uno dei soldati Kamakura. Ashikaga Takauji, un vassallo fidato, li ha traditi e ha guidato un esercito per rovesciare la sua famiglia. Questa intera sequenza è assordante nella sua brutalità e devastazione, rubandoci il fiato dopo un’introduzione così dolce e carismatica. Prima, questo mondo era visto attraverso gli occhi di un ragazzo la cui vita non era ancora stata toccata dalla morte. The Elusive Samurai elimina ogni pretesa nella seconda metà: questo mondo è violento.

È anticipato anche nell’apertura, dove un’introduzione narrata parla degli eroi di quest’epoca e di quanto spesso abbiano incontrato la loro gloria morendo sul campo di battaglia. Non c’è onore in ciò che Tokiyuki vede. Diretto da Yuta Yamazaki, l’assalto a Kamakura si infonde di orribili espressioni di distruzione. Dal volto congelato di un uomo appena ferito a morte al villaggio in fiamme in rosso fuoco e sanguinante, il cambiamento è distintivo non solo nei toni narrativi ma anche nei colori. C’è audacia nelle storie a colori, gli schizzi di sangue contrastano con le complessità dei design dei personaggi e dei loro costumi.

Se c’è un vero difetto nell’episodio, è nell’umorismo, che non funziona bene in tandem con la natura severa della storia. Suwa Yorisige, che viene in aiuto di Tokiyuki alla fine come il ragazzo in procinto di rinunciare alla sua vita per onorare il padre e i compagni caduti, funziona molto meglio quando non è così amplificato. La sua narrazione su come Takauji e Tokiyuki differiscono. Il primo che ottiene lo status di eroe attraverso la morte e il secondo attraverso la vita è toccante. Ma la sua prima introduzione è irritante rispetto al resto della storia.

Ma il finale di The Elusive Samurai Episode 1 è così vertiginoso che ci fa dimenticare gli ampi elementi comici che non scorrono altrettanto bene. Mentre Tokiyuki sceglie la vita, utilizzando le sue abilità nella corsa e nell’evasione per sfuggire a coloro che cercano di ucciderlo, la sua forma si assorbe nel colore, facendo spuntare ali metaforiche che offrono uno dei momenti più d’impatto della première. È una magnifica dimostrazione di azione e animazione, che utilizza scontri unici di colore e movimento dinamico per creare qualcosa di più grande della vita, onorando al contempo il momento di crescita personale del personaggio disprezzato.

Dai titoli di testa fino al finale doloroso ed emozionante, The Elusive Samurai Episode 1 è visivamente uno sbalorditivo assoluto. Le sue immagini accattivanti sono di per sé sufficienti a giustificare una visione continua, con CloverWorks che ancora una volta offre un’azione altamente dettagliata che gioca più con la grazia del balletto che con l’impatto muscolare. Ma la storia, per ora, è anche avvincente, soprattutto con un protagonista carismatico come Tokiyuki. Speriamo che, con il progredire della serie, piccoli intoppi tonali si risolvano mentre Tokiyuki lavora per reclamare ciò che era suo di diritto.

Il primo episodio di The Elusive Samurai è ora disponibile su Crunchyroll.

L’elusivo Samurai Episodio 1

8/10

In breve

The Elusive Samurai Episode 1 esplode di energia sin dal momento in cui inizia la première. Aiutato da un cambiamento di tono cupo ma perfettamente montato, “May 22nd” è una formidabile introduzione a questo personaggio e al mondo e al periodo in cui vive.

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.