The Last of Us Voice Actor La partnership NFT attira critiche

I migliori giochi

Troy Baker ha doppiato Joel in entrambi i giochi di Last of Us. / Foto per gentile concessione di Naughty Dog/Sony

Troy Baker, il doppiatore di videogiochi noto per il suo lavoro come Joel (The Last of Us), Booker DeWitt (BioShock Infinite) e Jonesy (Fortnite), ha collaborato con una società NFT.

Baker ha annunciato la sua partnership con Voiceverse NFT, una società che afferma di fornire “i primi VoiceNFT al mondo”, in un tweet pubblicato venerdì mattina.

Sto collaborando con @VoiceverseNFT per esplorare modi in cui insieme potremmo portare nuovi strumenti a nuovi creatori per creare cose nuove e dare a tutti la possibilità di possedere e investire nelle IP che creano.
Tutti abbiamo una storia da raccontare.
Puoi odiare.
Oppure puoi creare.
Cosa sarà? pic.twitter.com/cfDGi4q0AZ

— Troy Baker (@TroyBakerVA) 14 gennaio 2022

“Sto collaborando con @VoiceverseNFT per esplorare i modi in cui insieme potremmo offrire nuovi strumenti a nuovi creatori per creare nuove cose e dare a tutti la possibilità di possedere e investire nelle IP che creano”, ha twittato Baker. “Abbiamo tutti una storia da raccontare. Puoi odiare. O puoi creare. Cosa sarà?”

Quel provocatorio invito è stato accolto da migliaia di utenti di ., che hanno criticato Baker per aver sostenuto gli NFT e per il suo tono sprezzante. I critici hanno evidenziato gli effetti ambientali devastanti del conio di NFT e la prevalenza di truffe nello spazio come ragioni per cui Baker ha abbandonato la partnership.

Voiceverse NFT afferma che i suoi prodotti sarebbero voci AI, di cui gli acquirenti potrebbero possedere la NFT. Gli utenti sarebbero quindi in grado di utilizzare quelle voci dell’IA per creare il proprio contenuto e detenere i diritti su quel contenuto in virtù del possesso dell’NFT da cui è nato. Voiceverse NFT afferma anche che i suoi NFT pagherebbero royalties ai doppiatori originali responsabili delle voci su cui si basano le voci dell’IA.

Nei tweet di follow-up diverse ore dopo, Baker ha ripreso parte del suo atteggiamento aggressivo, ma non sembrava essersi ritirato dalla partnership.

sperando di poter aiutare gli altri a fare lo stesso. A volte funziona, a volte no. Sono grato che ci siano coloro che sono appassionati della loro posizione e non solo si sentono sicuri di esprimerlo, ma hanno anche i mezzi per farlo.

La parte “odio/creare” potrebbe essere stata un po’ antagonista…

— Troy Baker (@TroyBakerVA) 14 gennaio 2022

“Voglio sempre essere parte della conversazione, anche se a volte mi trova nel mezzo di una conversazione rumorosa”, ha twittato Baker. “Apprezzo che condividete i vostri pensieri e mi date molto a cui pensare. Sono solo un narratore qui fuori che cerca di raccontare la mia storia a chiunque ascolti e sperando di poter aiutare gli altri a fare lo stesso.

“A volte funziona, a volte no. Sono grato che ci siano persone appassionate della propria posizione e non solo si sentono al sicuro nell’esprimerlo, ma hanno anche i mezzi per farlo”.

“La parte ‘odio/creazione’ potrebbe essere stata un po’ antagonista… Spero che me lo perdonerete tutti.”

Publicidad Publicidad Reglas de los comentarios: 1 - Todos los comentarios se moderan y luego se publican 2 - No están permitidos los nombres malsonantes 3 - Los comentarios que no respeten a otros usuarios no se publicarán 4 - Los comentarios que no respeten el trabajo de los redactores no se publicarán 5 - Si quieres que se edite o borre un mensaje tuyo, responde a dicho mensaje y en un máximo de 24 horas será editado/borrado. 6 - Es recomendable que ordenes los comentarios por "nuevos" para ver las últimas respuestas.

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.