Anteprima Ikai — Vagare dopo il tramonto

Ci sono moltissimi giochi horror giapponesi che utilizzano con successo il ricco folclore e la storia del paese. Le aziende giapponesi sono spesso dietro quei giochi, ma non è il caso di Ikai, un rompicapo horror in arrivo realizzato da uno sviluppatore indipendente spagnolo. Ho avuto modo di giocare al prologo del gioco prima della sua uscita di marzo e, sebbene l’estetica e l’atmosfera diminuiscano, il gioco sembra essere impostato per cadere in alcune trappole di genere piuttosto sfortunate, il che mi rende un po’ diffidente nei confronti della sua prossima uscita . Anche il prologo era una costruzione considerevole e mi ci sono voluti circa 80 minuti per completarlo.

La storia riguarda un santuario feudale giapponese. Il sacerdote capo ha lasciato brevemente il santuario sotto la cura di sua nipote, Naoko, una fanciulla del santuario, mentre va a indagare sui misteri che circondano l’evocazione di un demone. Il gioco inizia con un flashback in cui Naoko da bambina giocava a nascondino con un altro bambino prima di riprendersi ai giorni nostri. Facciamo un po’ di calligrafia e ci esercitiamo sui talismani. In realtà devi fare un lavoro decente disegnando kanji sui talismani in Ikai, o il gioco ti costringerà a ricominciare da capo. Dopo aver alterato in modo massiccio la sensibilità di disegno predefinita, sono stato in grado di disegnare correttamente i kanji, però.

A questo punto, Naoko mi fa sapere che dovrei andare a prendere il bucato. Per essere sincero, Ikai sembra piuttosto affezionato alla filosofia di design che i giocatori dovrebbero imparare mentre vanno, il che è un bel modo per dire che ti fa cadere in un santuario in cui non sei mai stato e poi ti dice di andare in una stanza in cui ‘ non ci sono mai andato prima. Poiché non c’è una mappa, ho dovuto girovagare per il posto finché non ho trovato quello che sembrava un bagno.

Dove stai andando?

Una volta individuata la biancheria, Naoko mi ha informato che dovevo lavarla nel fiume. Vagai ancora un po’ finché non trovai il cancello che conduceva fuori dal santuario. Sfortunatamente, il cancello era bloccato da un puzzle sorprendentemente complicato che mi richiedeva di spostare le tessere per aprire la porta. Non aveva assolutamente senso che qualcuno chiudesse il cancello con una cosa del genere. Una volta aperto, il sentiero per il fiume mi salutò subito. Ikai ha un livello di dettaglio abbastanza alto per un gioco indie completamente 3D e offre una notevole quantità di spazio.

Mentre attraversavo la zona, ho sentito un po’ di agitazione spaventosa. Ci sono pezzi di carta illustrati da trovare che ti insegnano vari tipi di Yokai, il che è pulito. Naoko fornisce indizi sulla via da seguire, ma a questi viene accennato usando un linguaggio che spesso non era chiaro. Mi hanno costretto a ignorarla ea vagare finché non ho trovato qualcosa che sembrava giusto. Alla fine, sono arrivato a un albero sanguinante con una sorta di rituale preparato attorno ad esso. Ma Naoko non disse nulla e io non riuscivo a vedere nulla con cui interagire, quindi ho pensato di essere nel posto sbagliato e ho continuato a vagare, cercando qualcosa con cui interagire, mentre Naoko ripeteva le stesse frasi di suggerimento inutili di prima.

Quando mi sono reso conto che non stavo andando da nessuna parte, sono tornato al luogo del rituale, solo per rendermi conto che c’era un minuscolo coltello con cui potevo interagire. Pensavo di dover lavare i panni in riva al fiume? Dopo l’interazione con il coltello, viene riprodotta una piccola scena. Ora è notte e la creatura mascherata inizia a cadere di fronte a me in modo casuale. Ikai è senza dubbio inquietante e penso che i valori di produzione facciano molto per renderlo più avvincente.

Un incendio nella notte

Dopo non aver lavato i vestiti a causa del suo atto casuale di toccare il coltello, Naoko deve tornare a piedi fino al santuario nell’oscurità. Poco dopo il decollo, i fuochi sono apparsi casualmente sul terreno di fronte, solo per scomparire dall’esistenza avanti e indietro. In questa sezione, sono andato avanti, attento a evitare le fiamme mentre mi avvicinavo al torii di pietra che porta al santuario. Ce n’erano due, ed entrambi erano pesantemente per tentativi ed errori. Se Naoko tocca il fuoco, muore immediatamente.

Una volta superato questo, sono tornato al santuario. Naoko dice che ci deve essere un oggetto maledetto (ipotesi piuttosto specifica, ma va bene), quindi ho girovagato finché non ho trovato il posto che sembrava giusto. I suggerimenti di Naoko mi hanno suggerito il fatto che aveva bisogno di pregare per qualche motivo e che un segno mi avrebbe aiutato. Ho trovato il cartello, ma era in giapponese e non riuscivo a leggerlo. Dopo aver raccolto casualmente alcune monete e averle lasciate cadere in posti casuali, ne ho gettata una in una scatola vicino al cartello. Poi ho suonato un campanello. A questo punto, il cartello ha finalmente ricevuto l’invito a farmi sapere che tutto ciò che una preghiera richiedeva era offrire una moneta e suonare il campanello. Grazie. È stato di grande aiuto.

Certo, ora ancora una volta non avevo idea di cosa fare. “Qualcosa è caduto dal campanello”, ha detto Naoko, perché non era affatto chiaro che qualcosa fosse caduto dal campanello. C’era una chiave per terra che dovevo usare per trovare l’oggetto maledetto. Non l’avrei mai visto senza che mi fosse stato detto che era lì, ed è chiaramente per questo che è stato incluso quel pezzo di dialogo. Per quanto riguarda la ricerca dell’oggetto maledetto, ciò significava naturalmente aprire a caso un mucchio di cassetti. Alla fine, l’ho trovato e Naoko mi ha detto di fare un sigillo per esso. Ma questo significava che dovevo ritrovare la stanza di scrittura.

Il calligrafo

Inoltre, ora c’era un mostro che mi dava la caccia. Non so chi o cosa fosse, ma c’era. Stranamente, mi sono ritrovato a camminare sul mostro e non si è nemmeno reso conto che ero lì. Una volta trovata la stanza di scrittura, però, se non avessi disegnato i kanji sul talismano abbastanza velocemente, il mostro mi avrebbe ucciso. Ho dovuto trovare un “posto sicuro” in un’altra stanza, e il posto che ho scelto non era più sicuro del tavolo nella stanza di scrittura. Dopo aver eseguito tentativi e errori, sono stato in grado di tornare all’oggetto. Solo ora ho dovuto intrufolarmi mentre ero nella stanza! Camminare in piedi mi ha fatto uccidere immediatamente. Eccezionale!

Ho messo il talismano sulla maschera e ho sigillato il suo male, solo per Naoko per notare che ha sentito cantilenanti dal piano di sotto. Questo mi ha condotto lungo un corridoio con le braccia che sporgevano dalle porte che dovevano essere accucciate sotto. Entrando nella stanza giusta, è suonata una scena e poi sono dovuto scappare da un mostro. Se non ho fatto la cosa giusta abbastanza velocemente, il mostro mi ha ucciso. Questo è stato un problema perché questa sezione era così buia che non riuscivo a vedere quasi nulla. Si scopre che ho dovuto spostare uno sgabello, che non riuscivo a vedere, davanti a una porta di carta squarciata. Probabilmente sono morto una dozzina di volte solo perché non capivo cosa dovevo fare.

Alla fine, sono arrivato in una stanza che secondo Naoko era sicura, a quel punto ho tirato fuori un altro talismano e l’ho messo sulla porta. Ho quindi dovuto risolvere un enigma incentrato sull’esame meticoloso di tutti gli oggetti nella stanza per dieci minuti prima di utilizzare le informazioni per aprire un lucchetto e cadere in un vespaio.

È lì che è finito il prologo, riportandomi al menu. Mi piacciono piuttosto i giochi horror in prima persona, ma tendo a non preoccuparmi molto del gameplay per tentativi o di girovagare senza meta tutto il tempo. Basandomi sul prologo, non sono sicuro che Ikai, nonostante abbia dei contenuti interessanti, sia abbastanza per me.

Publicidad Publicidad Reglas de los comentarios: 1 - Todos los comentarios se moderan y luego se publican 2 - No están permitidos los nombres malsonantes 3 - Los comentarios que no respeten a otros usuarios no se publicarán 4 - Los comentarios que no respeten el trabajo de los redactores no se publicarán 5 - Si quieres que se edite o borre un mensaje tuyo, responde a dicho mensaje y en un máximo de 24 horas será editado/borrado. 6 - Es recomendable que ordenes los comentarios por "nuevos" para ver las últimas respuestas.

Your Header Sidebar area is currently empty. Hurry up and add some widgets.